La Danimarca deve fare affidamento sull’UE se vuole seriamente liberare il difensore dei diritti umani bahreinita-danese Abdulhadi al-Khawaja

Il difensore dei diritti umani bahreinita Abdulhadi Al-Khawaja è stato ingiustamente e illegalmente incarcerato per oltre nove lunghi anni, subendo torture e trattamenti inumani e degradanti. È stato sottoposto a più livelli a una palese negazione dei diritti umani fondamentali e ha sofferto enormemente per mano delle autorità bahreinite in una flagrante repressione del dissenso[…]

L’interferenza del Bahrein modella gli interessi americani: un guadagno finanziario e politico sui diritti umani

Certo è che il Regno del Bahrein ha un rapporto di lunga data con gli Stati Uniti – un rapporto che si basa fondamentalmente sulla vendita di armi, sulle partnership militari e sulla strategia geopolitica. Questa alleanza, tuttavia, non scusa il noto silenzio degli Stati Uniti sulla scia delle cospicue e continue violazioni dei diritti[…]

Chiudere un occhio: le donazioni Emiratine alle rappresentanze statunitensi e la perpetrazione degli abusi di diritti umani

Negli ultimi cinque decenni, gli Emirati Arabi Uniti (EAU) si sono rapidamente trasformati da territorio desertico scarsamente popolato a epicentro del turismo d’affari e di lusso in Medio Oriente. Tuttavia, nascosto dietro la grandiosità della ricchezza e del prestigio degli Emirati, si nasconde uno Stato di polizia autocratico pieno di violazioni dei diritti umani, tra[…]

Appello internazionale al Bahrain: Sospendere la pena di morte

Americans for Democracy & Human Rights (ADHRB) sta lanciando una campagna internazionale di solidarietà, che vede dodici cittadini bahreiniti a rischio imminente di esecuzione in Bahrein. L’obiettivo della campagna è quello di rimarcare le ingiustizie che questi individui hanno subito sia quando non hanno beneficiato dei loro diritti legali, sia quando non sono stati processati[…]

Lo sports-washing del Bahrein al Tour de France

Questo fine settimana, il 29 agosto 2020, il Tour de France partirà da Nizza in una corsa ciclistica di 22 giorni trasmessa in 190 Paesi e che raccoglierà un miliardo di spettatori. Alla gara parteciperà anche il Bahrain-McLaren, una squadra di proprietà del principe Nasser bin Ahmed al-Khalifa della famiglia regnante del Bahrain e che[…]